A Eugenio

Carissimo Eugenio, sono sconvolta e incredula che tu non ci sia più. Mi dico che non è possibile. Tutti gli amici si stanno dicendo che non è possibile. Ti ringraziano per esserci stato ma mica ci riescono a usare il passato.

Siamo qui a ricordare i nostri momenti con te, infrangendo la stupida regola che si sbandiera quando non si è coinvolti. Non parlare di sé, farsi da parte e lasciare che chi non c’è più acquisti il suo primo piano, sul proscenio, sul podio, in prima fila, ma solo. Celebrato sì, ma da solo. È  il suo momento, non vorrai prendere gli applausi tu.

Certo che no. Però voglio, vogliamo, vogliono in tanti, ricordare perché ti meriti il podio. E a volte è la gratitudine stessa che chiede di essere spiegata.

Io ti ringrazio perché sei stato accogliente.

Ti ho conosciuto durante un laboratorio di Gabriele Vacis che seguivo come giornalista uditrice. Ero giovane e spaesata, inconsapevole e spigolosa e tu sei stato accogliente. Con naturalezza, come se non ci fosse altro modo di rapportarsi a un’intrusa se non quello di accoglierla. Hai usato parole belle, non hai fatto finta di niente.

Siamo diventati subito amici. Ma per merito tuo.

Poco dopo mi avresti invitata a seguire le prove di un tuo lavoro importante, La conquista di Abya Yala e io scoprii la bellezza di essere dentro, di stare dentro un processo che cresce man mano, che prende forma. Non solo di fronte al prodotto finito.

Ci siamo scambiati libri, vino, dolci, qualche cena strappata agli impegni, i tuoi molto più onerosi dei miei. Ma sempre con affetto sincero e con il desiderio e la promessa di replicare.

Quello che sei e che rappresenti per il teatro, per la commedia dell’arte, per i colleghi e gli allievi, tanti, che hai svezzato e allevato, è chiaro a tutti.

Lo hanno scritto benissimo Valerio e Gabriele e anch’io li ringrazio.

Queste parole arrivino a te con la nostalgia e il rimpianto di chi crede sempre di avere ancora tempo.  

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.