La “resistenza” di Cassino Off, il festival di teatro

Al via stasera con i suoni mediterranei dell’Orchestra Bottoni, la sesta edizione di CassinoOff, il Festival di Teatro Civile organizzato dall’Associazione CittàCultura  e diretto Francesca De Sanctis.  

La serata allegramente giocata in casa con l’ensemble di musicisti provenienti dal basso Lazio, inaugura un programma che si allunga per tre week end (5-6, 26-27 maggio, 9-11 giugno), coerente e fedele a principi come condivisone, conoscenza, appartenenza, per cui il festival è nato.

Un programma di resistenza, verrebbe da dire, che non scende a compromessi nonostante difficoltà e imprevisti. “Abbiamo deciso di continuare a seminare -dice Francesca De Sanctis – soprattutto per quel pubblico che in questi anni ci ha seguito e incoraggiato a proseguire, dimostrandoci che anche attraverso il teatro e in generale la cultura si costruisce una comunità”.

Tra i protagonisti Simone Cristicchi in veste di autore con Marocchinate, un monolgo affidato ad Ariele Vincenti che racconta dal punto di vista di un pastore ciociaro la vita contadina prima e dopo lo sfondamento della linea Gustav da parte degli alleati (6 maggio ore 21).

La storia minima come punto sensibile di osservazione della grande storia è anche al centro di Ad ogni passo, il testo di Gioia Turchi Carrara diretto da Francesco Suriano e interpretato da Elisabetta Magnani, che denuncia il legame tra regime fascista e censura attraverso la storia di Emma e Giulio, lei sarta lui operaio comunista imputato di cospirazione contro lo Stato, condannato nel 1927 a 21 anni di carcere (26 maggio ore 21).

Valerio Binasco sarà virtualmente presente in veste di regista dello spettacolo John & Joe di Agota Kristof,  un duetto di beckettiane suggestioni sul denaro e la povertà, l’amicizia e la solitudine, interpretato da Sergio Romano e Nicola Pannelli (9 giugno ore 21).

La festa di chiusura, l’11 giugno, vede in scena Andrea Rivera con un omaggio al Che per i cinqunt’anni dalla morte, Guevara Che, alle 21 e Giuliana Musso con Mio eroe, ore 19.

Su quest’ultimo spettacolo, vincitore del premio CassinoOff 2017, vale la pena spendere due parole. Innanzitutto l’attrice-autrice, che al nord è di casa e riempie  teatri come l’Elfo di Milano, per esempio, ma nella capitale è arrivata solo una volta, il mese scorso, al Quarticciolo. E poi lo spettacolo, esempio perfetto di teatro civile fortemente compromesso, innervato di emozioni e sentimenti forti, che arrivano allo spettatore in modo diretto, senza sconti, otre la narrazione e la semplice resa documentale. Qui l’attrice, sola in una scena abitata da libri e da fiori,  dà vita a tre donne diverse unite da un destino comune. Tre madri di figli morti in guerra, simbolo di una tragicità che arriva da molto lontano. Figure quasi archetipiche, le madri che piangono i figli morti, che sono figli di tutti, archetipi tragici anch’essi, come mostra l’ultima madre evocata, a cui l’attrice riserva un’empatia e una compassione che lasciano senza fiato.

Lo spettacolo, come tutti,  sarà in scena nell’Aula Pacis, e davvero consigliamo di non perderlo.

Accanto alle proposte strettamente teatrali il festival offre altri appuntamenti musicali come quello con Canio Lo Guercio accompagnato dall’organetto di Alessandro D’Alessandro in Ipocondrie d’ammore (27 maggio), spettacoli rivolti ai bambini (Out della compagnia UnterWasser, il 6 maggio alle 16,30), la mostra Ars Judicandi curata dall’Associazione Pentacromo  che espone opere scelte di artisti del territorio, e il forumsul tema della Giustizia, nel diritto, nella religione, in filosofia, nell’arte, in politica, in medicina (26 maggio dalle 18, sala degli Abati).

Pubblicato su L’Unità.tv il 5-5-2017

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.